Formulario Social Media

Mail destinatario*:
*
Mittente*:
*
Il suo messaggio*:
*

Franchigia e partecipazione individuale

Chi vive in Svizzera non ha unicamente l’obbligo di stipulare un’assicurazione malattie e di pagarne i premi, ma deve anche partecipare attivamente alle spese di cura – mediante franchigia e partecipazione individuale.

Cos’è la franchigia?

La franchigia è la quota annuale che ogni adulto in Svizzera deve versare per le proprie spese di cura. Gli assicurati possono scegliere tra le diverse franchigie stabilite. I rispettivi importi sono i seguenti: 300, 500, 1'000, 1'500, 2'000 o 2'500 franchi. Per i minorenni, gli importi sono diversi: 0, 200, 400 o 600 franchi.

Perché optare per una franchigia più elevata?

Come tutti gli assicuratori, ÖKK concede ai suoi assicurati uno sconto se questi decidono di scegliere una franchigia più elevata. In questo modo si assumono una maggiore responsabilità finanziaria – vale a dire una partecipazione ai costi più onerosa. Più sostanziosa è la franchigia, più conveniente è il premio dell’assicurazione. Optando per la franchigia di 2'500 franchi il premio si riduce fino al 44 percento rispetto a quello corrispondente a una franchigia di 300 franchi.

Cos’è la partecipazione individuale?

Si tratta dell’aliquota percentuale che si applica una volta esaurita nel corso dell’anno la franchigia scelta. Essa corrisponde al 10 percento delle spese di cura da lei sostenute fino a un tetto massimo di 700 franchi (minorenni 350 franchi) per anno civile. Questa aliquota è indipendente dall’ammontare della franchigia scelta.

Cos’è il contributo ospedaliero?

Il contributo ospedaliero è la quota individuale che il paziente ricoverato in una struttura di cura è obbligato a versare. Ammonta a 15 franchi per giorno di ricovero. I minorenni e gli adulti in formazione con età inferiore a 25 anni ne sono esonerati.

Quando viene abolita una partecipazione ai costi?

Escluse da ogni tipo di partecipazione individuale sono le prestazioni per maternità. Si tratta nello specifico di: sette visite di controllo e due ecografie durante la gravidanza, corsi di preparazione al parto, parto e ostetricia. Inoltre, se le donne in stato interessante si ammalano nell’arco di periodo compreso tra la 13esima settimana di gravidanza e l’ottava settimana dopo il parto, non devono partecipare nemmeno ai costi delle prestazioni corrisposte a seguito di malattia.

I costi di cure a seguito di infortunio vanno anche a carico della franchigia?

Dipende. Se lei è dipendente di un datore di lavoro per più di 8 ore a settimana, è assicurata/o obbligatoriamente contro gli infortuni tramite lo stesso datore di lavoro, fa lo stesso se l’infortunio avviene durante il lavoro o nel tempo libero. In tali casi, per le spese di cura non ci sarà alcun addebito per la sua franchigia. Se invece è assicurata/o contro le conseguenze finanziarie di un infortunio mediante la sua assicurazione malattie ob- bligatoria, i costi delle cure successive a un infortunio vanno a carico della sua franchigia.

Quale è la franchigia migliore per me?

Due sono gli aspetti decisivi per la scelta della franchigia che fa al caso suo: l’ammontare delle spese di cura stimabili e il margine finanziario cui può far riferimento. Chi prevede uscite contenute, sceglie una franchigia elevata – e viceversa. Per stimare i costi delle cure future è di aiuto dare un’occhiata all’attestato fiscale dell’anno appena trascorso. Lo riceve ogni anno da ÖKK e riporta i costi delle cure sostenute. Se si sceglie una franchigia di 2'500 franchi ad esempio, bisogna fare i conti con il rischio finanziario: nel peggiore dei casi, la persona assicurata dovrà pagare 3'200 franchi di tasca propria, cioè i 2'500 franchi della franchigia e i 700 franchi della partecipazione individuale massima per anno.

Quale data è decisiva per il conteggio delle prestazioni?

Determinante è la data in cui è avvenuta la cura, non quella della fattura. Se una cura ha avuto luogo a dicembre 2015, questa viene conteggiata con la franchigia e la partecipazione del 2015. Meno facile è la procedura se la cura inizia alla fine di un anno e procede poi in quello successivo: in tal caso bisognerà pagare due volte il massimo dei rispettivi importi di franchigia e partecipazione ai costi in un lasso di tempo breve.

Quando posso cambiare la franchigia annuale?

Può aumentare o diminuire l’importo della franchigia sempre per l’anno successivo. A tal fine è necessaria una domanda firmata – da lei o dal suo rappresentante legale – entro il 30 novembre di ogni anno.

Reperibilità telefonica

Siamo raggiungibili telefonicamente dal lunedì al venerdì dalle ore 08:00 alle ore 18:00 al numero 0800 838 000. Approfitti di questo servizio e non esiti a contattarci se ha domande. Saremo lieti di consigliarla.