Formulario Social Media

Mail destinatario*:
*
Mittente*:
*
Il suo messaggio*:
*

Aspetti generali concernenti l'assicurazione

Dove trovo il mio numero di assicurato?

Trova il suo numero di assicurato sul retro tessera, accanto allo spazio riservato alla firma, oppure sulla polizza assicurativa. È un numero a sette cifre che inizia con 2.xxx.xxx o con 6.xxx.xxx.

Come sono assicurato contro la perdita di salario?

Se è dipendente, il suo datore di lavoro è obbligato a continuare a pagarle il salario durante la malattia unicamente per il periodo minimo previsto per legge. S'informi presso il suo datore di lavoro: gli chieda per quanto tempo continua ad avere diritto al salario in caso di malattia.
Se è indipendente, è tenuto/a per legge a sopportare di persona tale rischio.
In entrambi i casi possono però verificarsi lacune con considerevoli conseguenze finanziarie in caso d'incapacità lavorativa. Raccomandiamo quindi la stipula di un'assicurazione d’indennità giornaliera ÖKK COMPENSA o l’assicurazione contro la perdita di guadagno per aziende.

Posso escludere la copertura contro infortuni dalla mia assicurazione malattie?

Nel certificato di assicurazione (polizza) è indicato com’è assicurato/a in caso d'infortunio. Soltanto chi è occupato per almeno 8 ore lavorative settimanali presso lo stesso datore di lavoro è obbligatoriamente assicurato contro gli infortuni professionali e non professionali secondo LAINF, e può quindi escludere il rischio infortuni dell'assicurazione di base e beneficiare della corrispondente riduzione di premio. Escludere la copertura contro infortuni online.

Quando devo procedere a qualche cambiamento nella mia polizza?

Smettendo di svolgere un’attività lavorativa o cominciando a percepire la pensione di vecchiaia, non potrà fare riferimento ad alcuna copertura in caso di infortunio in quanto non ha alcun datore di lavoro che l’assicura. Per questo dovrà includere la copertura contro gli infortuni nella sua assicurazione. Per l'adeguamento della sua polizza la invitiamo a contattarci telefonicamente, per mail o online.

ÖKK offre anche un modello del medico di famiglia?

Sì, si chiama CASAMED
CASAMED è il conveniente sistema HMO e del medico di famiglia di ÖKK che garantisce un’assistenza medica globale. ÖKK offre tre varianti assicurative: CASAMED HMO con trattamento medico nei centri HMO; CASAMED MEDICO DI FAMIGLIA con trattamento medico eseguito dal medico di famiglia precedentemente scelto e CASAMED 24 con consulenza medica telefonica e eventuale rinvio al medico a lei più vicino. Conformemente alla variante assicurata, l’interlocutore è sempre il centro HMO, il medico di famiglia scelto o, telefonicamente, Callmed 24 (consulenza telefonica 24 ore su 24). Eccezioni: le emergenze e i normali controlli presso ginecologi, oculisti e pediatri. Per tutte e tre le varianti si procederà, se necessario dal punto di vista medico, al rinvio presso uno specialista.

Ho stipulato l’assicurazione di base e le assicurazioni complementari presso diverse compagnie. Come si effettua il conteggio con due assicurazioni?

  1. Faccia una fotocopia della fattura rilasciatale dal medico o dall’ospedale.
  2. Spedisca la fattura originale all’assicurazione malattie presso la quale ha stipulato l’assicurazione di base.
  3. L’assicuratore malattie effettuerà il conteggio delle prestazioni risultanti dall’assicurazione di base.
  4. Confronti il conteggio delle prestazioni con la fattura del medico o dell’ospedale.
  5. Se determinate prestazioni previste dall’assicurazione di base non sono state prese a carico, spedisca la copia della fattura e la copia del conteggio delle prestazioni all’assicurazione malattie presso la quale ha stipulato le assicurazioni complementari.
  6. Se vengono prese a carico prestazioni previste dall’assicurazione complementare, l’assicuratore le calcolerà e le spedirà un conteggio delle prestazioni.

In caso di acquisto di medicinali in farmacia, esibisca la sua carta di assicurato. Per i farmaci presi a carico dall’assicurazione di base, la farmacia presenta il conteggio direttamente all’assicuratore malattie. I farmaci presi a carico dalle assicurazioni complementari vanno dapprima pagati dall’assicurato, che dovrà in seguito inoltrare la ricevuta al proprio assicuratore malattie per il rimborso.